testata
homepage manifestazioni associazioni storia rubriche
salutoasergio


LUIGI EUGENIO TAGLIAFERRI - Pittore

Chiesa di Sant'Agata - Tremenico


Cappelle esterno

Cappelle esterno

Catino cappella destra

Catino cappella sinistra


Martirio di Sant'Agata
particolare

Martirio di Sant'Agata
particolare

Da: "Guide del Territorio di Lecco - Lario Orientale"
Ed. Nodo Libri

Parrocchiale di S. Agata
II Liber notitiae del XVII secolo cita la chiesa di S. Agata, Parrocchiale dal 1575, ricostruita nel 1596, ampliata a più riprese nel Seicento, decorata ad affresco nel 1854 e radicalmente ripresa fra il 1878 e il 1903, prima con la trasformazione della pianta in croce latina, poi con le campagne decorative dei Tagliaferri. Se il campanile con alta cuspide, il portale dal timpano spezzato e la stessa struttura dell'interno a tre navate richiamano l'edificio barocco, pure la decorazione è sostanzialmente ottocentesca, coi Simboli della Fede del 1858 nella volta, un Santo martire, la Madonna del Rosario, S. Agata e S. Antonio Abate, in edicolette addossate alla facciata, di Luigi Tagliaferri di Pagnona (1903) e altre decorazioni della sua scuola (1897). Il tesoro conserva molto materiale fra XV e XIX secolo. L'altar maggiore settecentesco (voluto dal Cardinal Pozzobonelli nel 1746) ingloba un'effigie della titolare, datata 1696; al primo Seicento paiono riferibili una Madonna e Santi, nella seconda campata a sinistra, e una Madonna del Rosario con S. Ambrogio, S. Domenico, S. Pietro Martire e S. Sfirio, pure a sinistra nel braccio del transetto, entrambe legate alla committenza della Confraternita del Rosario, fondata nel 1597 con le rimesse degli abitanti emigrati a Domodossola Un paliotto in cuoio è assai simile a quello settecentesco di Pagnona, e un Crocifisso venerato nella cappella omonima, a destra, è frutto di un intervento devozionale pure del XVIII secolo. Sono invece perduti gli affreschi citati dalle Visite pastorali.

Da: "Il lago di Lecco e le valli
Sacralizzazioni e Strutture della memoria"
Di: "Angelo Borghi"
Ed. Cattaneo

Nel 1897 Luigi Tagliaferri dipingeva la tazza con la Gloria della santa e le altre cappelle; lo stesso verrà chiamato nel 1903 per le edicole addossate alla facciata, con Madonna del Rosario, Agata, Antonio abate e Stefano, mentre Achille e Giovanni Tagliaferri compivano le particolari decorazioni del fronte.

Da: "Cultura e immagine popolare nel territorio manzoniano
tra i secoli XVII e XIX"
Ed. Bolis

SANTI
Autore Luigi Tagliaferri sec. XIX.
Affresco cm 74x149 (ogni opera).
Rilievo anno 1985.
Tremenico, chiesa parrocchiale di S. Agata.
Si tratta di quattro dipinti su nicchia, posti sulla facciata della chiesa. Da sinistra S. Stefano è il più deteriorato per lo stacco completo della zona inferiore. Segue la Madonna del Rosario con un curioso copricapo "a turbante" che tiene in mano la corona insieme a Gesù. Sant'Agata sulla destra del portale con mantello rosso e palma è appoggiata ad un tavolo dove compaiono dentro un vassoio due seni che gli furono amputati subendo il martirio. L'ultima figura è quella di S. Antonio Abate, con pastorale e libro aperto. Le opere presentano tracce di umidità con danno alle cromie. Non presentano restauro.
Iscrizioni: S. Stefano intercede pro nobis / Regina SS. Rosarii ora pro nobis / S. Agata intercede pro nobis / S. Antoni intercede pro nobis.

Pro Loco Pagnona - Via Municipio, 2 - 23833 Pagnona -LC