Percorso n° 4 di h. 6.00 Difficoltà: I
Tabella cronologica: Pagnona h 0.00 – Loc. Giabi h 0.10 – A. Gianello h 0.30 – A. Gianello alto h 0.45 – A. Deleguaggio h 2.00 – Lago basso h 3.00 - Bocchetta di Deleguaggio o Usciöl h 3.30 – Bocchetta bassa del Legnone h 4.30 – Bocchetta alta del Legnone (gallerie) h 5.30 - M. Legnone h 6.00

Partendo da Pagnona raggiungiamo la Località Giabi ( mt. 814 ) percorrendo la provinciale n° 67 in direzione Premana. Giunti al piccolo ponte d’acciaio che attraversa il torrente varroncello prendiamo un sentiero che sale a sinistra e che attraversa la località Giabi dove Pagnonesi e turisti possono trovare nei mesi estivi, relax e refrigerio nelle acque del torrente, costeggiato da una vegetazione soprattutto di noccioli e salici. Il sentiero sale dapprima dolcemente costeggiando il varroncello

passando in mezzo ad alcune abitazioni, poi se ne distacca a destra salendo lungo il prato in modo più ripido, ad una deviazione prendiamo la strada a sinistra ed arriviamo così al Turisc piccolo alpeggio immerso in un fitto bosco di castagni, da qui in 10 min. siamo all’alpe Gianello ( mt. 1119), per poi proseguire subito a Nord dell’abitato lungo il sentiero che conduce a Gianello alto ( mt. 1250 ) dove un altro sparuto gruppo di case si affaccia sui ripidi prati, che sembrano essere piccole macchie verdi tra boschi di castagno. Da qui possiamo vedere, guardando a Sud l’Alta Valsassina, più in basso la strada provinciale che conduce a Premana ed alcune case di Pagnona non nascoste dalla montagna; di fronte a noi, tutte le rocce e i boschi della parte di costa attraversata da Ovest ad Est dai due sentieri decritti negli itinerari precedenti, ovvero quello che da Subiale conduce all’alpe Delegguaggio, e quello più alto (DOL), che dall’alpe Stavello arriva fino all’alpe Moncale.
Proseguiamo il nostro cammino lungo un’agevole mulattiera che sale ad Ovest dell’abitato per raggiungere l’alpe Deleguaggio, il sentiero a scalini, è subito ripido e faticoso ed i castagneti lasciano gradualmente spazio a boschi di faggio, perveniamo così alla casetta del Baitoc dove è situato il secondo troncone della teleferica necessaria per il trasporto di materiale all’alpe Deleguaggio; da qui il sentiero prosegue, sempre ripido, ma non difficile, fino ad un’edicola posta proprio di fronte all’Alpe Böc dalla quale è possibile vedere l’alpe Deleguaggio e soprattutto il Monte Legnone con la croce posta sulla cima. In quest’area, nei mesi estivi, i rododendri in fiore offrono uno spettacolo di assoluta bellezza. Il tratto di sentiero per Deleguaggio è a questo punto breve e dopo complessive 2h di cammino raggiungiamo la nostra meta e lo splendido paesaggio offerto dall’alpe, già descritto negli itinerari precedenti. Si segnala che il 10 Luglio di ogni anno, ha luogo il tradizionale “Past” (tradizione per la verità diffusa in ogni alpeggio con date diverse) con l’altrettanto tradizionale Sky Race, Premana – Delegguaggio.
Per raggiungere il Monte Legnone, è ora necessario seguire lo stesso percorso indicato nell’itinerario n° 3, arriviamo così in vetta dopo 6 h circa di cammino.